Recent News
    Che cos’è la sanificazione tramite ozono?

    Al giorno d'oggi si sente spesso parlare di sanificazione, a causa dell'avvento nelle nostre vite del coronavirus SARS-CoV-2, il quale provoca una malattia definita COVID-19.

    Per sanificazione si intende un insieme di operazioni messe in atto, col fine di eliminare alla base qualsiasi batterio ed agente contaminante che con le comuni pulizie non si riescono a rimuovere. Nonostante ciò, questa pratica deve comunque essere preceduta da un'attività di ionizzazione generica.

    La sanificazione può avvenire, non solo grazie all'utilizzo di prodotti chimici detergenti, ma anche per mezzo di disinfettanti naturali: il più efficace è l'ozono.

    Scopriamo di seguito le caratteristiche e l'efficienza che la sanificazione ad ozono presenta.

     

    Cos'è e come agisce?

    L’ozono è un gas naturale al 100% composto da tre atomi di ossigeno (formula molecolare O3). É caratterizzato da proprietà battericide, acaricide, fungicide e inattivanti dei virus, le quali si estrinsecano con la cessione di un atomo di ossigeno, generando una reazione chiamata ossidazione.

    La sanificazione ad ozono avviene, dunque, senza l'uso di prodotti chimici, pertanto è definita come ecologica. Quando l’ozono entra in contatto con della materia organica, si ottiene la reazione ossidante, con conseguente inattivazione dei recettori virali specifici ed eliminazione della carica batterica presente negli ambienti potenzialmente infetti; riducendo, quindi, in modo significativo il rischio di contagio.

    In tal modo, questa tipologia di sanificazione naturale ed ecologica permette di eliminare oltre il 99,98% di virus, batteri, muffe e acari.

    Inoltre, grazie al suo peso, l’ozono, arriva così tanto in profondità da eliminare i microrganismi presenti nei punti più insidiosi da raggiungere.

    Al termine di questa reazione, questo gas naturale si riconverte in ossigeno puro, senza lasciare residui di nessun genere.

     

    Dove può essere utilizzata?

    La sanificazione ad ozono è impiegata in primis per la sterilizzazione dell'aria negli ambienti più soggetti ad impurità, come ad esempio: ambienti domestici e scolastici, strutture sanitarie, negozi, alimentari, centri sportivi, uffici e strutture alberghiere.

    Uno dei suoi vantaggi è dato dalla peculiarità che ha di operare senza danneggiare i tessuti e le superfici.

    Inoltre, questo trattamento è molto efficace anche nella sterilizzazione delle acque potabili e non (e.g. centri termali, piscine e spa), agendo con un'azione purificante, così da renderle, oltretutto, visibilmente limpide e pulite.

     

    Strumentazione

    Il trattamento sanificante per mezzo dell'ozono, è adoperato con l'utilizzo di generatori di ozono, i quali hanno la funzione di creare gas attraverso scariche elettriche. Le dimensioni di queste apparecchiature elettroniche, variano a seconda dell'uso per il quale vengono impiegate e il loro tempo d'azione viene impostato dal tecnico operatore affinché possa essere raggiunta la concentrazione di ozono ideale per la sanificazione.

     

    Quali benefici apporta?

    Questo sistema di sanificazione è in grado di apportare decisivi vantaggi circa la salute delle persone, in particolare nei confronti di chi presenta sia patologie respiratorie come asma, enfisemi ed insufficienze respiratorie, sia problemi dovuti ad allergie.

    Infatti, rimuovendo gli acari della polvere ed uccidendo batteri, muffe e virus, si ottiene un'aria più pulita.

    In questo modo la sanificazione ad ozono permette, inoltre, di eliminare odori sgradevoli, rendendo l’ambiente puro e inodore.

    Infine, l'utilizzo dell'ozono negli interventi di sterilizzazione è conveniente anche dal punto di vista economico ed ecologico.

     

    É sicura?

    L'utilizzo dell'ozono nel trattamento dell’aria e dell’acqua è stato riconosciuto dal Ministero della Sanità, con protocollo 24482 del 31 luglio 1996, come mezzo di protezione naturale associato alla sterilizzazione di ambienti contaminati da batteri, virus, spore, muffe ed acari.

    La sua sicurezza è garantita dal fatto che, l'ozono, trasformandosi in ossigeno, si dissolve senza lasciare alcuna contaminazione chimica nell'aria, nell'acqua o sulle superfici su cui agisce.

    Concludiamo dicendo che, nonostante non siano ancora stati pubblicati ricerche circa la somministrazione di test specifici sul coronavirus SARS-CoV-2; studi effettuati su altri ceppi dello stesso virus , aventi una composizione simile al nuovo coronavirus 2019-nCoV, hanno dimostrato l'azione inibitoria dell'ozono sul coronavirus SARS.

    News Reporter